Seppie in rosso con piselli

Adoro le seppie, ne mangerei a quintali!! Leggere, colorate con quel sapore ricco di tradizione mediterranea

Le seppie con piselli sono un piatto molto diffuso in Italia, nella ricetta tradizionale vengono preparate col pomodoro, io ho utilizzato la polpa a pezzettini e ho aggiunto un paio di filetti di alici per conferire maggiore gusto e sapidità al piatto.

Questa è una ricetta piuttosto leggera e quindi adatta alle persone che preferiscono piatti poco calorici e digeribili! Oltre ad essere morbide e deliziose sono anche molto belle: portatele in tavola direttamente nella padella e gustatele con del pane casereccio e un buon bicchiere di vino bianco!

Seppioline in rosso con piselli

Seppie_rosso_piselli

La lista della spesa per 4 persone:

1 kg di Seppioline (pulite)

500 gr di Piselli

350 gr di polpa di pomodoro

1 cipolla

1/2 lt di brodo vegetale o fumetto

2 filetti di alici

50 g di vino bianco

Sale e pepe qb.

Olio evo q.b.

Seppie_rosso_con_piselli

Come si fa…

Iniziate con la pulizia delle seppie: spellatele, togliete l’osso interno, il becco cartilagineo e la vescica con l’inchiostro quindi sciacquatele sotto l’acqua corrente e lasciatele intere (se utilizzate seppie più grosse tagliatele a rondelle).

Ponete nella padella antiaderente i due filetti di alici e la cipolla tagliata finemente e fate andare a fuoco vivace per pochi minuti, quando la cipolla sarà imbiondita unite le seppie, salate e pepate; fatele quindi  insaporire e sfumate con il vino bianco.

Aggiungete i piselli freschi sgranati e la polpa di pomodoro. Lasciate cuocere per una mezz’ora circa a fuoco dolce aggiungendo, al bisogno, del brodo vegetale o fumetto di pesce fino a che le seppie risulteranno tenere.

Aggiustate eventualmente di sale, pepe e servitele belle calde con un filo di olio a crudo.

Seppie_ripiene_piselli_Sonia_Paladini

In collaborazione con

illa.it

Ciao e al prossimo consiglio 😉

Se vi è piaciuto l’articolo e lo trovate utile… mettete un bel “Like” e condividetelo !!

Se volete ricevere gli aggiornamenti sui prossimi, potete seguirmi sulle pagine:

Facebook: Sonia Paladini blog

Twitter: @SoniaPaladini3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.