Ritorna Caseifici Aperti in un week-end dedicato alla scoperta del Parmigiano Reggiano DOP

caseifici aperti week end Parmigiano Reggiano

Protagonista delle nostre tavole, il Parmigiano Reggiano è il Re di tutti i formaggi, sempre buono in tutti i modi: a tocchetti per uno spuntino, grattugiato sulla pasta o sul risotto, nelle zuppe e a scaglie nelle insalate …poi ancora nei ripieni dei tortelli o degli anolini..

Ma come si fa il Parmigiano Reggiano? Scopriamolo sabato 13 e domenica 14 aprile in occasione dei “Caseifici Aperti” in un week-end tutto dedicato alla scoperta del Parmigiano Reggiano. Nei nostri caseifici il Parmigiano Reggiano si fa oggi come allora, con gli stessi sapienti gesti rituali; è un prodotto di qualità eccellente, la cui lavorazione è sorvegliata da regole precise.

Saranno oltre 50 i produttori che apriranno le porte dei propri caseifici per permettere ai visitatori di assistere alla nascita del Parmigiano Reggiano e passeggiare nei suggestivi magazzini di stagionatura. Un autentico viaggio nel tempo alla scoperta del metodo di lavorazione artigianale, rimasto pressoché immutato da oltre nove secoli. 

Partecipare a Caseifici Aperti è semplicissimo grazie al sito web www.parmigianoreggiano.it. Accedendo all’apposita sezione, in pochi click sarà presto possibile consultare la lista dei caseifici aderenti, verificare orari di apertura ed eventi proposti. Gli appassionati troveranno inoltre tanti suggerimenti per organizzare il proprio soggiorno nella zona d’origine tra le province Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna e Mantova.

Caseifici Aperti è un’occasione unica anche per esplorare la biodiversità della DOP. Questione, innanzitutto, di stagionatura: quella minima è di 12 mesi, ma è intorno ai 24 mesi che il Parmigiano Reggiano raggiunge la maturazione adatta a esprimere le caratteristiche tipiche. Può stagionare anche oltre, fino a 36 o 48 mesi o più ancora, manifestando aromi e profumi inesplorati.

Un altro elemento di biodiversità del Parmigiano Reggiano è legato alle diverse razze di vacca da cui proviene il suo latte: bianca modenese (presidio Slow Food), rossa reggiana, bruna alpina e frisona italiana. Ognuna con il proprio latte e le proprie specificità che fanno del Parmigiano Reggiano il Re dei Formaggi a tavola ma anche un ingrediente estremamente versatile nell’uso in cucina.

Io ci sarò e spero tanto di incontrare anche voi!

Parmigiano Reggiano week end caseifici aperti

Le info utili qui: CaseificiAperti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.