La Val Taro, timida ma piena di bellezza

Val di Taro

La Val Taro, terra generosa di paesaggi da visitare e da assaporare, prima con lo sguardo e poi col palato é per me luogo incantevole che conosco da sempre, infatti non smetto mai di tornarci con grande entusiasmo ogni volta che se ne presenta l’occasione.

Un’oasi di pace e serenità per un weekend esclusivo da percorrere in coppia o in compagnia di amici.

Borgotaro, Bedonia, Albareto e Compiano si trovano nel centro di questa valle a pochi chilometri da Parma, Piacenza e dalla Liguria, con i suoi paesini storici arroccati sul mare cristallino e incontaminato.

Accoglienza affabile e genuina, grande attenzione alla territorialita’ nella scelta delle materie prime, ottimo cibo dove riscoprire le ricette autentiche della tradizione e pieno rispetto per l’ambiente.

Sono appena tornata da un lungo weekend in questa città e sono stata così bene che vi voglio raccontare la mia esperienza.

Borgo Val di Taro, piccola cittadina tra i monti, che da poco ha ottenuto la Certificazione Ambientale ISO 14001, è entrata nel circuito delle Cittàslow, simbolo del viver bene ed è proprio per questo che turisti da ogni dove si recano qui in villeggiatura, estate e inverno.

Appena arrivati abbiamo fatto una bella passeggiata nel centro storico di Borgotaro ammirando i suoi borghi con lastricati di pietra, negozi caratteristici e gente sorridente e cordiale.

La prima sosta è stata molto dolce e piacevole …ci siamo concessi una degustazione di Amor nella storica Pasticceria Steckli, nata negli anni Venti per mano di un’artista dei dolci, lo svizzero Maurizio Steckli divenuto famoso in tutta la zona per i suoi deliziosi pasticcini.

Il negozio ricco di fascino e innovazione mi ha proprio stuzzicata con prodotti di qualità superiore. Oltre ai dolci c’è anche l’angolo bar e una zona vini adibita ad enoteca ben fornita con un’elegante e piacevole saletta degustazione. Se la vita va presa con dolcezza, la pasticceria Steckli è il posto più indicato per ritrovare il sorriso in un ambiente cordiale e rilassante.

Pasticceria Steckli Borgotaro

Amor pasticcini

E’ molto piacevole fare due passi nel centro storico, attraversando le vie pedonali pavimentate in porfido, tanti locali, bar storici e bei negozi tipici ed eleganti. A metà di via Nazionale, la via principale del paese, c’è un sottopassaggio con grandi scalini in pietra, li si trova la Trattoria al Fondo.

Appena arrivati siamo stati accolti da un ambiente conviviale e da invitanti profumi. La sala interna ha un’atmosfera allegra e giovanile, mentre lo spazio esterno sulla terrazza aggiunge quel valore in più che invita al relax e alla vacanza.

Fabio, il titolare, ha fatto di questo locale un piccolo centro della gastronomia della ValdiTaro che dal 2009 propone una cucina che recupera con grande sapienza i prodotti del territorio.

Siamo partiti con una degustazione di paste ripiene come i “ravioli di pecora su crema di piselli e menta con gamberi di fiume”, per passare ai deliziosi “ravioli di burrata con pesto di basilico e pomodorini freschi”, un’assaggio di tortelli d’erbetta non poteva ovviamente mancare e come secondo abbiamo assaggiato l’Arrosto “morto” di Borgotaro presente nell’Artusi, una ricetta antica riportata al suo antico splendore dallo chef.

Borgotaro Borgo antico

 

Tortelli con gamberi

Arrosto morto Artusi

Ristorante il Fondo

Ma a Borgotaro non ci sono solo ristoranti di qualità e posticini tipici e, visto che siamo nella valle dei funghi più famosa d’Italia, non potevamo farci scappare una visita a Borgolab un laboratorio di lavorazione artigianale funghi e prodotti del sottobosco e, da buona amante del Re dei formaggi, proseguire e fare tappa al Caseificio.

Borgolab è un paradiso di sapori e colori contenente antiche storie e infinito amore per la terra e i suoi frutti. Qui arrivano i funghi di Borgotaro IGP e i frutti che dopo essere stati raccolti, vengono essiccati, conservati sott’olio, trasformati in sughi secondo le antiche tradizioni in un laboratorio con tecnologie moderne e all’avanguardia. Borgolab è anche sinonimo di ricerca e sperimentazione, dalla raccolta della migliore frutta fresca sul mercato infatti è nata “Plume de fruit”, frutta di alta qualità e di prima scelta, leggera come una piuma, che viene essiccata a bassa temperatura dal sapore intatto, senza additivi e conservanti o zuccheri aggiunti ! Davvero deliziosa per creare ricette da veri gourmet!

Borgolab Funghi

Funghi Laboratorio

Il Caseificio di Borgotaro ed Albareto, offre ai suoi visitatori uno spaccio ben fornito con diversi tipi di Parmigiano stagionato e formaggi locali con un’ampia zona dedicata alla macelleria e a tutti i prodotti tipici.

Qui il latte viene utilizzato crudo senza l’ausilio di additivi per un formaggio che ho molto apprezzato di alta qualità e con il vero sapore di montagna.

Caseificio Borgotaro Albareto

Immaginatevi ora di trovarvi in mezzo alle montagne e di essere circondati dal profumo della natura, l’aria pulita che soffia dolcemente tra i capelli, piccoli ruscelli dove scorre un’acqua limpida e fresca, per un weekend romantico all’interno di un borgo antico sapientemente rinnovato da un restauro conservativo.

Il Borgo del Casale, antico relais di sosta, si trova nell’incantevole vallata di Albareto, è il posto ideale per regalarsi momenti di assoluto piacere. Il pacchetto weekend per due persone è pensato apposta per chi desidera essere coccolato in tutto e per tutto.

La mia vacanza all’insegna del benessere non è mai stata così affascinante: vini eccellenti, cibo da Gourmet e i più prestigiosi trattamenti di bellezza. Il tutto inserito nella splendida cornice di un borgo tanto esclusivo quanto bello da vivere ed esplorare.

Borgo Casale è il luogo perfetto per un weekend romantico, o una vacanza a tutto relax con le amiche. La notte silenziosa, la colazione in camera o in terrazzo, la bellezza della natura circostante, possibilità di passeggiate ed escursioni a cavallo, in poche parole: benessere, panorami incantevoli e ottimi piatti preparati dallo chef Marco.

Borgo Casale

Borgo Casale Albareto

Borgo del Casale Val Taro

Borghi Antichi

Abbiamo optato per un menù degustazione che ci ha piacevolmente colpito, piatti sapientemente cucinati da mani esperte e ricche di passione come la “Pappa al pomodoro con burrata pugliese e olio al basilico”, i “Cappellacci in carbonara di quaglia e burro d’Este”, o l’inaspettato “Capriolo con barbabietola e grano saraceno” e la “Pancia di vitello, tapioca e germogli di ravanello”

Ristorante Borgo Albareto

Piatti gourmet

Borgo Casale Ristorante

…colazione con vista sulla valle!

Ristorante Gourmet Borgo antico

Il nostro tour prosegue piacevolmente in direzione Bedonia situata tra la Valtaro e la Valceno. Il paese di Bedonia si estende ai piedi del monte Pelpi e tutt’intorno si possono ammirare le vette più alte dell’Appennino Ligure-Emiliano facilmente raggiungibili attraverso sentieri permettendo ai turisti piacevoli escursioni immersi nella natura.

Sono molte le prelibatezze locali che si celebrano nella “Pieve”: tra tutte la trota e le torte salate, a cui vengono dedicate sagre che raccolgono ogni anno tantissime persone. Dal punto di vista storico e culturale, da non perdere sono il Santuario della Madonna di San Marco, la Pinacoteca Parmigiani, l’Opera Omnia Romeo Musa, il Museo di Storia Naturale, il Planetario.

All’interno dei musei del Seminario Vescovile di Bedonia si trova il bellissimo dipinto cinquecentesco di Ludovico Carracci che merita la visita.

Bedonia Santuario

Dopo la piacevole visita al Seminario, ci siamo addentrati nel borgo antico dove abbiamo fatto due passi e preso un’aperitivo prima di andare a pranzo.

La Pergola di Bedonia è un’elegante ristorante storico che offre ai suoi clienti piatti della tradizione Valtarese in un ambiente intimo e conviviale. Tra i piatti che abbiamo degustato ho apprezzato le “Lasagnette al forno con funghi porcini” davvero deliziose.

La Pergola Bedonia

Il nostro tour prosegue verso Compiano piccolo borgo fra i più belli d’Italia con il suo castello medievale che domina il Taro da prima dell’anno 1000, al quale è abbracciato un massiccio giro di mura. La roccaforte, che fu dimora dei Malaspina, dei Landi e dei Farnese, ospita oggi il Museo Marchesa Raimondi Gambarotta, in una serie di stanze in cui sono esposti oggetti d’arte, sculture, arazzi, dipinti.

Nel periodo estivo oltre alle feste di paese artisti locali e non animano il borgo, esponendo le loro opere lungo le vie dove si tengono anche numerosi spettacoli musicali e teatrali.

Compiano

Castello di Compiano

Compiano castello

Castello di Compiano

Abbiamo quindi visto la Val Taro da un nuovo punto di vista …un angolo dell’Emilia di relax e benessere perfetto in tutte le stagioni dell’anno, un luogo prezioso con tante eccellenze gastronomiche per una vacanza in cui trovare tutto quello che serve per stare bene e in completa armonia con se’ stessi e con l’ambiente circostante …una valle all’apparenza timida ma piena di bellezza!

Se questo viaggio vi ha incuriositi, vi invito ad andare su www.turismovaltaro.it dove potrete trovare le info utili e magari prenotare un vostro prossimo viaggio! 😉

Ciao e al prossimo consiglio 😉

Se vi è piaciuto l’articolo e lo trovate utile… mettete un bel “Like” e condividetelo !!

Se volete ricevere gli aggiornamenti sui prossimi, potete seguirmi sulle pagine:

Facebook: Sonia Paladini blog

Twitter: @SoniaPaladini3

INSTAGRAMInstagram: thediaryofsonia

Ti aspetto!  … 😉

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *